Tagesmutter: mamme per le mamme!

25 aprile 2010 alle 8:08 pm | Pubblicato su Genitorialità | 1 commento
Tag: , ,

Su richiesta dell’Associazione PITUNPI informiamo le mamme di questa nuova possibilità che si sta prospettando nella nostra provincia: le “TAGESMUTTER”.

Cosa significa “TAGESMUTTER”?

Il termine “Tagesmutter” proviene dal mondo tedesco e significa “Mamme di giorno”.
Tale servizio è da tempo molto diffuso nei paesi del nord Europa. In Italia si è sviluppato con caratteristiche specifiche soprattutto nella Provincia Autonoma di Trento.

Chi è la Tagesmutter?

La Tagesmutter è una persona, adeguatamente formata, che offre educazione e cura a bambini di altri presso il proprio domicilio.

La Tagesmutter lavora da sola?

La Tagesmutter, pur lavorando in casa propria, è in stabile collegamento con un ente che la sostiene e la supporta nel lavoro. Tale ente garantisce, nei confronti delle famiglie utenti e dell’ente pubblico, il mantenimento degli standard qualitativi previsti, sia dal punto di vista ambientale che educativo, infatti deve fornire idonea documentazione sia relativa agli ambienti in cui si svolge l’attività che alle persone abilitate a tale compito nonché al progetto pedagogico ed educativo di riferimento.

COSA OFFRE IL SERVIZIO?

  • l’accoglienza e la cura di bambini in un ambiente famigliare
  • una figura di riferimento stabile per il bambino e per la famiglia utente
  • l’inserimento del bambino in un piccolo gruppo, favorendo un piccolo contesto di socializzazione e il rispetto dei tempi del bambino
  • la personalizzazione del servizio nel rispetto delle scelte educative della famiglia
  • la flessibilità d’orario del servizio, concordato secondo le esigenze della famiglia e dei bimbi accolti
  • un coinvolgimento della famiglia nella definizione della risposta ai propri bisogni e personalizzazione della risposta
  • la creazione di una rete a sostegno delle famiglie utenti e delle lavoratrici che le supporta in tutti gli aspetti pedagogici e organizzativi della relazione

Quanti bambini può accogliere una Tagesmutter?

La Tagesmutter può accogliere fino ad un massimo di 5 bambini contemporaneamente, compresi i propri figli se presenti nell’orario di servizio. Tale numero è proporzionato alla dimensione della casa che ospita.

Quali sono gli orari del servizio?

Il servizio non ha orari predeterminati. Essi vengono concordati all’avvio del servizio tenendo conto delle esigenze della famiglia utente e delle disponibilità della Tagesmutter. Gli accordi vengono formalizzati in un contratto di servizio che garantisce entrambe le parti, definendo impegni e responsabilità.

Quali garanzie offre?

  • operatrici professionalmente formate e costantemente aggiornate
  • monitoraggio costante del mantenimento degli standard qualitativi previsti riguardanti la casa e il lavoro delle singole Tagesmutter
  • disponibilità di un’equipe di esperti a disposizione delle operatrici e delle famiglie utenti
  • costante verifica delle norme igenico-sanitarie ambientali e delle sicurezza delle case in cui si svolge il servizio
  • trasparenza e condivisione delle regole del servizio
  • massima flessibilità del servizio rispetto alle richieste delle famiglie utenti

L’Associazione di Tagesmutter PITUNPI opera sulla nostra provincia, clicca sulle immagini per ingrandirle e saperne un po’ di più!

Intervista a Sabrina Sasso, presidente associazione Pitunpi:

Per informazioni: 331-1339149 – PITUNPI è anche su FaceBook (TAGESMUTTER MIRANDOLA/MODENA PITUNPI)

Link per approfondire: su famiglienumerose.org – su QuiMammeCooperativa sociale Il Sorriso – sito del Comune di Parma

Annunci

PARTECIPA ALLA SAM DI CARPI

30 settembre 2008 alle 12:38 am | Pubblicato su Allattamento al Seno | Lascia un commento
Tag: , ,

Martedì 7 ottobre alle ore 20.30 in Sala Duomo a Carpi

incontriamo

M.Dirce Vezzani, ginecologa, Responsabile Funzione Salute Donna e Consultori del distretto di Carpi – cosa offre il Consultorio per sostenere le mamme?

Paola Sacchetti, pedagogista, Responsabile Coordinamento Pedagogico del Comune di Carpi – latte materno nei nidi: dove e come è possibile?

Andrea Bergomi, pediatra di libera scelta AUSL Modena – come il pediatra sostiene la mamma che desidera allattare?

le mamme del G.A.A.M.le particolarità del sostegno “da mamma a mamma”

per parlare di sostegno alla mamma nel nostro territorio da diversi punti di vista. Il tuo contributo è importante, per prendere atto delle buone pratiche che già sono attive e per delineare i miglioramenti possibili.

Ti aspettiamo!

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: