Gina

Anch’io ho lottato contro tutti, il mio caso è diverso ma ce l’ho fatta anch’io. Mi spiego: ho 2 meravigliosi bambini, adesso hanno la femminuccia 8 anni e il maschietto 5.
La prima l’ho allattata x 4 anni e mezzo, il secondo x 4 anni. Quattro anni fa mio marito ha avuto un incidente automobilistico con la conseguenza che lui è morto a soli 37 anni, i miei figli erano con lui: la grande frattura tibia perone guaribile 30 giorni, il piccolo in coma con ematoma e frattura cerebellare, puoi immaginare il mio stato…

Allora allattavo tutte due contemporaneamente, ho visto il piccolo dopo due giorni perché in rianimazione a distanza di 400km, la grande la stessa sera. Tutti mi hanno detto di non dare il latte a nessuno dei 2 perché non era buono; la stessa sera me lo sono tirato con il tiralatte, dopo me la sono attaccata: ne aveva troppo bisogno, era terrorizzata, a soli 4 anni aveva visto morire suo padre.

Dopo il funerale di mio marito parto dal piccolo, che nel frattempo era uscito dal coma. Appena arrivo mi fanno indossare il camice sterile, mi fanno entrare in una stanza dove c’era solo lui. In occasione del mio arrivo lo prendo in braccio, mentre le mie lacrime uscivano senza accorgermene, e me lo attacco al seno… dopo un po’ provo a staccarlo, lui piange perché non vuole, me lo riattacco. Sono rimasta con lui in rianimazione x una settimana, dopo ci hanno trasferito in neurologia. I medici sono rimasti sbalorditi in quanto da quando c’ero io e il mio latte il bambino si era ripreso… dopo 15 giorni siamo tornati a casa insieme.

La grande nel frattempo era uscita dall’ospedale, il piccolo non aveva ancora recuperato il suo equilibrio ma piano piano ce l’ha fatta. Con loro non posso manifestare i miei stati d’animo, piango quando sono sola oppure mi chiudo in bagno per potermi sfogare un po’. Loro ci sono, belli e sani, ringraziando Dio di questo. però nella mia vita c’è un vuoto incolmabile. Grazie spero di poter essere di aiuto.

Annunci

3 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Grazie a te Gina.
    Un abbraccio forte!
    Annalisa, GAAM

  2. cara gina mentre leggevo, piangevo…..
    grazie per la tua testimonianza di forza, dolcezza e dolore.
    chiara

  3. mentre leggevo, pensavo,…ma sto guardando 1 film? Mio DIO che dolore hai provato, non ho altre parole, che da lassù quell’angelo di tuo marito stia vicino a te e i tuoi bimbi… che DIO TI BENEDICA………CIAO TINA


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: